Come fare trading online

Questa guida al trading online è rivolta a tutti, principianti e non. Si tratta di un progetto che abbiamo creato per scopo puramente didattico, per fornire quante più informazioni possibili a chi si avvicina ora al mondo della finanza. Questa guida al trading online, ovviamente, non deve essere intesa come un consiglio all’investimento, che al contrario deve essere portato avanti solo nel caso dopo aver valutato pro e contro di ogni singola operazione e mai prima di aver acquisito le dovute competenze.

I principianti che si avvicinano al mondo del trading devono farlo sempre con molta attenzione. Prima di investire somme importanti è sempre bene familiarizzare con le piattaforme ed acquisire le nozioni base per evitare di perdere ingenti quantità di denaro. Il primo consiglio che ci sentiamo di dare a chi si approccia per la prima volta con il trading online è sempre quello di diffidare dei sentito dire e diffidare dei falsi miti. In genere le voci che sono diffuse dalla stampa sono gestite da coloro che vogliono speculare sull’andamento dei titoli, curando solo i propri interessi. Ecco perchè è sempre utile pianificare una strategia ben precisa adottando un meccanismo di routine già ben sperimentato per porsi al riparo da rischi.

Alcune piccole regole da seguire in modo ferreo per non cadere in nocive tentazioni che potrebbero costarvi tempo e soprattutto denaro. Disciplina e routine sono i segreti del trader vincente mentre l’improvvisazione genera solitamente disastri. Una gestione del money management corretta e oculata nel momento in cui si decide di scegliere quando entrare in una posizione può davvero consentirci di toglierci parecchie soddisfazioni. Mai agire condizionati da sensazioni ‘umorali’ soprattutto dopo una serie di operazioni positive. Il rischio è sempre quello di farsi prendere la mano e aumentare l’esposizione sui nuovi segnali, tramutando la vostra attività di trading online in una pura scommessa con i rischi conseguenti. Un money management disordinato, nel lungo periodo, porta sempre a gravissime perdite che potrebbero indurvi ad abbandonare definitivamente il mondo del trading.

Stop loss e take profit

Saper gestire gli stop-loss nel momento chiave dell’acquisto di un titolo vi consentirà di limitare le perdite. Fissare correttamente il limite di perdita massima vi darà quella protezione da eventuali rimbalzi di mercato rapidi e inattesi. Occorre sempre ricordare che le occasioni di profitto sul mercato sono numerosissime, per questo motivo occorre anche accettare di chiudere in perdita una posizione al momento giusto, per evitare che la perdita non diventi considerevole.

Uno degli errori più gravi che un trader principiante può commettere è quello di cercare l’immediato recupero di una perdita importante. E’ un atteggiamento molto pericoloso perchè si può rimanere ingabbiati in un lungo e frustrante trend ribassista che può comportare la perdita dell’intero capitale a propria disposizione.

Non bisogna mai intaccare il proprio capitale di base per evitare un capitombolo rovinoso. E’ comunque importante ricordare che il calcolo degli stop-loss è una tecnica che serve a salvare il proprio denaro e che va affinata con l’esperienza. La regola dello stop-loss che va sempre fissato prima di aprire una posizione è sempre valido per coloro che utilizzano una tecnica di scalping, cioè la toccata e fuga repentina per guadagnare piccole cifre dalle piccole oscillazioni di mercato. Nei metodi di trading “overnight” occorre sempre valutare la volatilità del mercato di riferimento. Questa tecnica ci porterà a dover mantenere aperta la posizione per diversi giorni e comporta alti rischi.

Trading online: guida e opinioni su asset

Mai fare affidamento su coloro che sostengono che non si vende mai quando il mercato scende. Ogni situazione deve essere ponderata, tenendo conto di come si muove il mercato. Non esistono santoni o maghi che possono prevedere, a breve scadenza, l’andamento di un titolo. Non fidatevi mai di presunti esperti che curano solo i propri interessi e cercano di speculare sull’andamento di un titolo. Controindicata è anche la lettura dei forum di trading e finanza, che non ci aiuterà di certo ad informarci in modo corretto. Spesso si alimenta solo ansia e emotività, due fattori che non sono assolutamente amici di un trading fruttuoso.

Sapere controllare le proprie emozioni è una dote che un valido trader deve sempre possedere. Cercate di mantenervi distaccati dalle emozioni e attenetevi sempre alla strategia che avete elaborato senza mai abbandonarvi a colpi di testa. Euforia e panico sono due bestie da trattare con distacco perchè possono indurci a gravi errori. Agire con lucidità e razionalità sono due componenti fondamentali per avere sempre sotto controllo la situazione. Non solo quando facciamo trading ma in generale nella nostra vita quotidiana. Ecco perchè il trading può essere anche un’ottima palestra per agire con razionalità anche nel rapporto con gli altri e nella nostra vita professionale. Un modo per acquisire maggiore padronanza delle nostre emozioni.

In genere, un trader principiante è sempre attratto dalla voglia di guadagnare velocemente soldi facili. E spesso questo accade le primissime volte donando una falsa sensazione di onnipotenza che può condurre il principiante verso perdite rovinose, perdendo i guadagni maturati in pochissimi minuti. Avere fretta di recuperare le perdite può condurre verso un incremento costante delle perdite creando un circolo vizioso dal quale è difficile venirne fuori.

Cos’è la borsa

Usando un linguaggio terra terra, esistono numerose piazze internazionali, dove sono quotate società che hanno un tot numero di azioni. Ogni giorno viene scambiata (cioč viene comprata e venduta da vari soggetti) una parte di solito minoritaria di azioni, che danno una indicazione sul prezzo del titolo, che può salire o scendere durante la giornata. č questo continuo scambio che genera le variazioni. Non sono quotate solo societŕ, ma anche in speciali mercati materie prime e valute, poi esistono gli strumenti derivati, esiste il mercato obbligazionario, eccetera eccetera… Naturalmente c’è chi beneficerà della variazione dei prezzi e chi invece perderà a causa di essa. Le variazioni avvengono sia a causa di eventi nazionali ed internazionali, soprattutto economici, ma non solo economici. Poi anche ogni società può andare più o meno bene, avere più o meno utili, che si ripercuotono inevitabilmente sul prezzo. La borsa tende sempre a guardare al futuro, quindi spesso sconta già attese di utili futuri se previsti, ed č molto emotiva, panico ed eccessivo ottimismo condizionano i prezzi.

Trading online: errori comuni

Gli errori qualche volta possono essere una vera benedizione proprio per evitare che se ne possano compiere altri. Se seguiamo una strategia con metodo, applicando correttamente gli stop loss e se si ha un money management disciplinato è difficile commettere errori imperdonabili. La capacità di un trader valido è quella di analizzare gli errori, senza condannarsi e senza far scattare subito una improduttiva autocritica. Chi sa ripartire dai propri errori ha già in mano gli strumenti per evitare di commetterli nuovamente. Tutti i più grandi traders sono diventati tali passando attraverso errori madornali che poi non hanno più ripetuto. Per diventare i numeri uno del trading si dovrà passare anche attraverso cocenti perdite o, magari, partecipando a dei corsi dedicati al trading online.

Anche non sapersi fermare dopo un guadagno strepitoso può essere un comune errore che può causarci perdite ingenti. Il nostro consiglio è sempre quello di appuntare su un block notes tutti i nostri movimenti nel dettaglio per poi studiarli ed analizzare le ragioni di profitti e perdite. Una attività quotidiana e perseverante che può renderci sempre più sicuri nell’aprire le posizioni al momento giusto, piazzando correttamente gli stop loss. Dopo un profitto importante, qualunque posizione si deciderà di riaprire non dovrà mai discostarsi dalle nostre strategie iniziali. Una regola che i più bravi trader seguono senza deroghe.

Imparare ad usare i grafici e le tabelle

Di fondamentale importanza per una strategia di trading binario vincente è conoscere ed imparare a sfruttare il valore aggiunto offerto dai grafici e dagli indicatori, strumenti che valgono oro per un trader. Soprattutto i grafici a candela o candle stick permettono di tenere sotto controllo e studiare gli asset sui quali si vorrebbe investire, mostrando al trader sia i prezzi di apertura e chiusura che i valori minimi e massimi ed i supporti e le resistenze. Lo studio dei grafici è fondamentale per mettere a punto strategie di trading binario che funzionino, e rappresentano il 90% del lavoro di un trader, senza i quali si andrebbe praticamente alla cieca.

L’importanza della psicologia nel trading

Un altro fattore da tenere sotto controllo in una strategia di trading binario è l’aspetto psicologico, che può sembrare a prima vista un fattore secondario ma in realtà non lo è. Imparare a gestire le emozioni, le perdite, a reagire con tranquillità senza rinunciare alla pianificazione ed allo studio delle operazioni è fondamentale per i trader, altrimenti si rischia di amplificare le perdite e finire in una situazione senza controllo. Nel trading online con le opzioni binarie bisogna mantenere sempre la calma e la pazienza, studiare i grafici ed interpretare gli indicatori ed i segnali, evitando gesti impulsivi ed improvvisi che non portano mai a nulla di buono.

Strategie di trading: trading automatico e segnali di trading

In una strategia di trading con le opzioni binarie è possibile che si possano inserire anche i segnali di trading ed il trading automatico, ma con alcune precisazioni essenziali. I segnali di trading sono uno strumento che può portare dei vantaggi soprattutto nell’individuazione delle opportunità di investimento, qualora ci siano sfuggite delle operazioni invitanti. È molto importante però selezionare attentamente le fonti di questi segnali e verificarne sempre la fattibilità, controllando se realmente esistano queste possibilità oppure no.

Ovviamente i migliori servizi di segnali di trading sono a pagamento e sono erogati da società di professionisti del settore, quindi diffidate dei segnali di trading gratuiti o di dubbia provenienza. Il trading binario automatico invece richiede ancora più attenzione per il suo utilizzo, trattandosi di software che possono essere impostati ed effettuano operazioni in modalità automatica.  Non esiste un software che possa fare trading binario al nostro posto evitandoci il faticoso compito di studiare i grafici e le tabelle, ed affidarsi ad occhi chiusi a questi programmi porterà soltanto al fallimento.

Invece possono essere strumenti d’aiuto in una strategia di trading studiata e calcolata, permettendoci per esempio di operare sulle opzioni super rapide come le opzioni binarie a 30 e 60 secondi. In questo caso è possibile impostare correttamente valori di entrata e di uscita e possibilmente stop-loss difensivi, ed inserire il trading automatico in una strategia di trading ampia e composita. Nel trading online con le opzioni binarie è necessario metter e punto strategie efficienti e ben calcolate, improntate sul medio e lungo periodo  e che tengano conto delle naturali ed inevitabili perdite nel breve periodo.

Pianificate sempre i vostri investimenti, diversificate e non rischiate mai più di quello che possiate permettervi di perdere, usando tutti gli strumenti disponibili come segnali di trading, trading automatico, grafici, indicatori, notizie e quant’altro per elaborare la strategie di trading binario più efficiente possibile.

Cos’è un book e come analizzare i grafici?

Gli orari di scambio dei titoli dipendono dalla piazza in cui sono quotati e dal segmento a cui appartengono. Ci sono anche titoli piccoli che fanno solo prezzo di apertura e chiusura, altri che hanno un orario ridotto entro cui concentrare le contrattazioni, eccetera. Gli scambi di un determinato titolo che a loro volta ne determinano il prezzo, avvengono sul book, dove per ogni prezzo vengono indicate le azioni che ci sono in acquisto ed in vendita.

Innanzitutto bisogna dire che un book di un titolo molto scambiato varia in continuazione, quindi questi esempi statici sono solo per capirne il funzionamento di base. Il prezzo di un titolo non puň essere uno qualsiasi, ci sono per comodità i TICK, cioè dei livelli di prezzo stabiliti preventivamente, ad esempio se un titolo oscilla tra 3.65 e 3.66, può quotare 3.6525, poi 3.6550 di 0.0025 in 0.0025 e non vengono accettare offerte a prezzi diversi, questo per ovvie ragioni di raggruppamento delle offerte. Sempre in riferimento ai principi di trading online, tra chi sta allo stesso prezzo, l’ordine è cronologico in base a chi ha messo prima l’offerta sul book. Ora vedete che la tabella è divisa in due, questo perchč la contrattazione è come un tiro alla fune, se il titolo ad un certo punto sale, vedremo come il denaro (cioè per facilitare la comprensione la parte celeste della tabella guadagnerà anche quota 3.6575, naturalmente per farlo devono essere comprate le azioni in vendita a tale livello (la lettera, in questo caso 36250 azioni in vendita se gli ordini non vengono cancellati devono essere comprate, e poi solitamente sul livello conquistato dal denaro si formerà una nuova offerta di compratori) Il book potrebbe diventare cosè ad esempio se poi arriva uno che ne vuole comprare 1000 sul nuovo livello(entra cioè long (al rialzo) di 1000 azioni a quel prezzo e attende di essere eseguito, non è detto però che qualcuno gliele venda, quando qualcuno gliele avrà vendute le sue azioni spariranno dal book ed andranno tra gli eseguiti. 

Trading online sul petrolio

Qual è l’origine del trading su petrolio? Il petrolio rappresenta una delle materie prime e delle fonti energetiche più importanti del pianeta, dal momento che ci consente di svolgere numerosissime attività quotidiane. Negli ultimi 60 anni, il trading su petrolio ha rivoluzionato l’assetto geo-politico del mondo, generando nuovi equilibri e squilibri. Tornando al trading on line, cosa intendiamo per petrolio greggio? Nei mercati, si prendono in considerazione due tipi di petrolio: il Brent, quotato alla Borsa di Londra, e il Crude Oil, cioè il greggio, trattato alla borsa di New York. Ti sembra tutto complicato? Non preoccuparti!

Con AVA, potrai informarti adeguatamente e studiare il mercato, senza essere un esperto di economia. Ben presto acquisirai familiarità con il trading petrolio su internet e le piattaforme di trading. Puntare sul trading di materie prime è sempre la scelta giusta. Per farlo, scegli i CFD, ovvero i Contratti Per Differenza, che ti permetteranno di speculare sul petrolio. Ricorda che il prezzo viene stabilito in dollari statunitensi e si calcola a barile.Cosa dovresti sapere prima di lanciarti nel mercato del petrolio?

La speculazione sul petrolio avviene mediante futures, il trading petrolio si concentra in ben pochi mercati, sui quali predomina quello statunitense. L’apice della domanda di questa materia prima può essere ubicato in estate. Gli strumenti finanziari collegati al petrolio comprendono le azioni, le valute, le materie prime, gli ETF e gli indici. Grazie ad AVA, potrai dedicarti al trading di materie prime comodamente da casa in tempo reale, per seguire l’andamento del mercato e analizzarlo mediante grafici e statistiche storiche.

Perchè conviene investire nel petrolio con Ava Trade:
• Bonus nuovi conti
• Accesso a rapporti di inventario live
• Nessuna commissione né tassa
• Possibilità di acquistare e vendere short tutti i prodotti
• Leva di fino a 100:1
• ordini stop-loss e protezione dei tuoi profitti con i limit order

Negli ultimi anni il trading di petrolio come altre fonti energetiche, hanno fornito ai trader grandi opportunità, ed anche tu oggi puoi accedere a questi mercati grazie ad AvaTrade. Il Petrolio è uno degli strumenti più seguiti e volatili, dove puoi fare trading sul Brent e Crude Oil con margini e spread ridottissimi. Apri un conto demo e scopri i segreti ditero al trading di petrolio. Grazie ad AvaTrade puoi fare pratica gratis e senza rischi di perdite di denaro.

Le origini del trading online sull’oro

Attratto dai metalli preziosi? Vediamo qual è l’origine del trading doro e, soprattutto, scopriamo qual è la sua funzione attuale. Protagonista degli scambi commerciali sin dall’antichità l’oro, sopratutto in tempi di crisi, riveste un ruolo di maggior spicco paragonato ad altri strumenti finanziari. In effetti, questo metallo prezioso è da sempre fondamentale nell’economia, sia per le civiltà orientali che per quelle occidentali. Quando il Gold Standard cessò di avere valore, l’oro si convertì in un investimento sicuro, specialmente negli anni settanta.Tra i suoi utilizzi, rientrano quello nell’elettronica o nell’industria dentale. Per il trading doro online potrai usare i CFD, le opzioni binarie e i futures, dal momento che richiedono un capitale d’investimento poco elevato e prevedono la visualizzazione dei prezzi in tempo reale. Uno dei vantaggi dinvestire in oro online è il fatto che si tratta di un materiale dal trend rialzista, senza riquotazioni né commissioni. Le operazioni di trading, infine, sono facilmente gestibili, hanno una leva alta e un’ottima capacità di copertura. Optare sulloro oggi, significa puntare su un mercato sicuro, che non mostra mai cali e che non è particolarmente rischioso.

Cosa c’è da sapere prima di investire in oro online?

Per il trading sull’oro sicuramente, devi conoscere gli orari di negoziazione, che iniziano ogni domenica alle 22 (ora di Greenwich) e terminano ogni giorno tra le 21 e le 22 (sempre ora di Greenwich). Nel corso della pausa, sebbene non si possano inoltrare ordini di mercato, resta aperta l’opzione di rivedere gli ordini limite. Investire in oro online è particolarmente consigliato a chi non vuole correre troppi rischi e a chi desidera puntare sui metalli preziosi, con un’elevata leva finanziaria e molti altri vantaggi.

Perchè investire in oro online con Plus500?
• Bonus di benvenuto
• Diversificazione del tuo portfolio
• Protezione dai rischi
• Analisi giornaliera
• Bassi requisiti di margine
• Grafici e notizie di mercato live

Investire in oro online offre sicuramente nuove ed interessanti possibilità sopratutto in tempi di crisi. Mai provato prima? Non preoccuparti, Plus500 ti offre lopportunità di aprire un conto di prova gratuito per 21 giorni, durante i quali potrai liberatamente scoprire i segreti relativi al trading doro e altri metalli preziosi come largento ad esempio.

Nel complesso possiamo dire che fare trading online è, sicuramente, estremamente complesso. Sono richieste molte competenze e una buona dose di sangue freddo per poter operare sui mercati e ottenere risultati importanti per il proprio portfoglio. Per altri dubbi o per opinioni e curiosità sul trading online consigliamo di leggere le sezioni interne di questo sito.

Sono ancora tante le persone che si chiedono come fare trading online: uno dei primi dubbi da risolvere riguarda la scelta del broker. Qualcuno sottovaluta questo aspetto, invece stiamo parlando di un fattore molto importante per quella che sarà la “carriera” dell’aspirante trader. Cerchiamo di capire quali piattaforme scegliere dando un’occhiata alle loro caratteristiche più importanti.

Quali piattaforme di trading scegliere

Basta fare una ricerca sul web per rendesi conto il livello di operatività che hanno raggiunto le varie piattaforme di negoziazione online messe a disposizione dai broker ai loro iscritti. Nonostante tutto le piattaforme hanno mantenuto una semplicità di utilizzo molto elevata e con il tempo sono uscite versioni compatibili con praticamente qualsiasi sistema operativo e dispositivo. Eppure i broker propongono prodotti abbastanza diversi tra loro e per avere successo nel trading online bisogna riuscire a capire perfettamente quali piattaforme scegliere e quali invece escludere. È scontato dire che vanno prese inconsiderazione solo le piattaforme dei broker regolamentati e autorizzati ad operare in Italia, ma le caratteristiche da controllare sono parecchie.

Se chi legge questo articolo si chiede “come fare trading online” probabilmente di tratta di un trader alle primissime armi: per questo motivo è fondamentale che la piattaforma sia facile da utilizzare (è un aspetto che comunque apprezzano anche i trader esperti): una grafica pulita e semplice da capire aiuta, così come la facilità con cui si può accedere ai grafici e ai vari strumenti di analisi. Un altro aspetto da non sottovalutare è il costo: molti broker offrono ai loro iscritti delle piattaforme gratuite, mentre altri fanno pagare qualcosa; almeno per chi è all’inizio sarebbe meglio optare per qualcosa di gratuito.

Individuare le migliori piattaforme per fare trading online

Ci sono poi tante altre caratteristiche che vanno valutate insieme alle proprie esigenze da trader: tra gli strumenti più ricercati da chi muove i primi passi in questo strano e affascinante mondo ci sono la possibilità di fare trading virtuale con i conti demo, il trading automatico, gli allarmi che avvisano il verificarsi di determinati eventi. Ormai la navigazione avviene sempre più tramite dispositivi mobile che tramite computer desktop: per questo motivo è importantissimo che la piattaforma scelta sia utilizzabile anche da smartphone. Sarebbe opportuno scegliere piattaforme che forniscono l’assistenza in lingua italiana e magari risorse didattiche di qualità da poter consultare in ogni momento; vanno valutate poi tutte quelle variabili che riguardano l’aspetto economico: a quanto ammontano le commissioni e qual è il deposito minimo? Si può usare la leva finanziaria?

Imparare a leggere i grafici nel trading online

Fare trading online oggi rappresenta un’ottima opportunità d’investimento, ma è fondamentale imparare a leggere i grafici e le tabelle e ad usarli correttamente, per pianificare le proprie strategie di trading ed aumentare le proprie chance di guadagno. Per fare ciò è possibile usare materiale informativo e didattico presente in rete o offerto dai broker una volta registrati, oppure iniziando a seguire i forum specializzati e gli strumenti messi a disposizione gratuitamente da organi come il Forex.

Per fare trading online nella maniera corretta ed evitare di perder tutti i propri soldi in maniera goffa è necessario imparare a leggere ed usare i grafici e le tabelle, imparando ad interpretare i dati e fare previsioni corrette. I grafici degli andamenti mettono a disposizione una serie di dati importantissimi riguardo gli andamenti dei prezzi, come le oscillazioni, gli storici, i minimi ed i massimi, gli intervalli di tempo, etc…

Tutti questi dati possono essere analizzati personalmente o usando specifici software e programmi, che permettono di automatizzare il processo ed aumentare la velocità. Ovviamente è comunque sempre necessario controllare i dati manualmente, tentando di capire le finestre di entrata e soprattutto quelle di uscita, i settori e gli orari migliori in cui effettuare i propri investimenti ed impostare sempre stop-loss di sicurezza. Inoltre è necessario scegliere i tipi di grafici e tabelle necessari al proprio tipo di trading, quindi se volete fare trading online intraday avrete necessità di grafici che riportano intervalli di tempo minimi come i minuti, mentre se fate trading a medio e lungo periodo potrete usare grafici con intervalli più ampi.

Tipologie di grafici e tabelle nel trading online

Come abbiamo visto esistono diverse tipologie di grafici e tabelle per effettuare studi e previsioni sugli andamenti, ed è necessario imparare a conoscerli per scegliere quelli più adatti alle proprie esigenze. Per esempio tra i grafici più usati esistono quelli a linee, a candela o a barre, e tutti rappresentano gli storici degli andamenti dei prezzi ai quali è necessario impostare un timeframe, cioè un intervallo di tempo che può andare da un minuto fino a mesi o anni.

I grafici a candela sono in assoluto quelli più usati dai trader di tutto il mondo, che mostrano oltre ai prezzi iniziali e finali di apertura e chiusura anche i valori toccati dal sottostante di riferimento, cioè i minimi ed i massimi. Inoltre grazie ai colori, generalmente rosso e verde, i grafici a candela o candle-stick mostrano le tendenze degli andamenti rispetto al prezzo iniziale, cioè trend positivi o negativi dai quali è possibile prendere spunti per possibili investimenti. I grafici a linee sono meno usati rispetto ai grafici a candela essendo meno precisi, ma consentono comunque un’analisi preliminare e storica interessante, soprattutto sul lungo periodo. Infine i grafici a barre sono sicuramente più approfonditi e paragonabili ai grafici a candela anche se più difficili da leggere, e mostrano sia l’andamento storico del prezzo che l’apertura e la chiusura ed i minimi e massimi toccati dal sottostante.

Grafici in tempo reale gratis

Molti siti specializzati ed organi come il Forex mettono a disposizione grafici e tabelle gratuiti per iniziare a prendere confidenza con questi strumenti ed imparare a leggerli correttamente. Si tratta di strumenti molto importanti per capire il funzionamento dei grafici, ideali per chi sta iniziando adesso a fare trading online e vuole prepararsi a dovere prima di iniziare a fare sul serio. Molto importante è fare esperienza grazie alle versioni demo offerte dai migliori broker del trading online, imparando ad usare i grafici in tempo reale, effettuare operazioni direttamente da essi e capire le finestre di apertura e chiusura e le possibilità di quel sottostante specifico.

Come funziona il trading online con Poste Italiane

Da qualche anno a questa parte anche Poste Italiane è entrata nel business del trading online, offrendo ai titolari di un conto BancoPosta la possibilità di aprire un conto di trading polifunzionale. In questo modo avrete a disposizione la possibilità di investire sia in strumenti finanziari tradizionali, come titoli di Stato, obbligazioni ed azioni di grandi aziende, sia attraverso i CFD nel trading online.

Per accedere ai servizi di trading online offerti da Poste Italiane bisogna essere titolari di un conto BancoPosta o BancoPosta Click, oltre a dover sottoscrivere il contratto per gli investimenti ed aprire un deposito titoli. Poste Italiane in questo modo offre una piattaforma di trading completa, ideale per seguire tutti gli andamenti dei principali titoli mondiali, restando sempre aggiornato ed informato grazie alle news di mercato. Inoltre è possibile studiare i grafici ed impostarli a piacimento, personalizzando la propria piattaforma di trading, dalla homepage alle pagine specifiche di trading ed investimento.

Per esempio è possibile seguire l’andamento dei propri investimenti o seguire alcuni prodotti che vuoi tenere d’occhio per vederne gli sviluppi, scegliendo l’intervallo di tempo che preferisci. Con la piattaforma di trading online Poste Italiane è possibile fare trading online sui titoli di Stato, obbligazioni, Certificated, CFD, Covered Warrant, azioni, ETF, ETC ed ETN e prodotti finanziari BancoPosta.

Costi del trading online Bancoposta

La piattaforma di trading online offerta da Poste Italiane prevede due profili distinti quello normale e quello avanzato, quest’ultimo con, oltre a tutti i servizi del profilo base anche, book in tempo reale sul mercato secondario, analisi tecnica e fondamentale avanzata per il mercato italiano e commissioni variabili con più di 30 eseguiti ogni sei mesi. Per quanto riguarda i costi il profilo di base offre commissioni variabili dello 0,18%, da i 18€ fino a 10 eseguiti agli 8€ oltre le 30 operazioni, mentre il profilo avanzato prevede commissioni fisse a 10€, abbassabili ad 8€ da 10 a 30 eseguiti ed a 6€ oltre le 30 operazioni a semestre.

Per le operazioni sui mercati secondari esteri vengono applicate commissioni di 18€ per il Nyse ed il Nasdaq degli USA, lo Xetra tedesco ed i Nyse francese, portoghese ed olandese, mentre per il i titoli azionari tedeschi, olandesi, portoghesi e francesi quotati sul Chi-x le commissioni sono pari a 17€.

Opinioni sul trading online Poste Italiane

La piattaforma offerta da Poste Italiane ai propri clienti, TOL, è abbastanza funzionale e ben fatta, con un’interfaccia grafica chiara e precisa e completamente personalizzabile, dalla homepage alle pagine secondarie e specifiche. Ottima la parte informativa con le news di mercato e le info sui titoli ed i prodotti finanziari, come anche l’offerta formativa fatta di e-book e guide online alla scoperta dei prodotti finanziari e dei mercati. I costi sono nella media con commissioni più basse a seconda del numero delle operazioni effettuate, soprattutto scegliendo il profilo avanzato che in più offre analisi tecnica e fondamentale avanzate molto utili. Abbastanza ampia l’offerta di prodotti tra cui azioni italiane ed estere, sia sul mercato primario che su quello secondario, potendo diversificare notevolmente il proprio portafoglio d’investimento.

Quanto è necessario investire per iniziare a fare trading online

Moltissime persone vorrebbero iniziare a fare trading online interessati dai possibili guadagni che offre, ma sono spaventate dai costi iniziali di cui spesso non hanno un’idea chiara e precisa. Investire i propri risparmi ha sempre un costo sia che si tratti di comprare azioni ed obbligazioni, di aprire un conto deposito o di fare trading online con banche o presso i broker. Ogni tipo di investimento ha i suoi costi ma il grande vantaggio del trading online sta proprio qui, riuscendo ad abbassare l’investimento iniziale fino a ridurlo a poche centinaia di euro.

Quando si parla di trading online si pensa inizialmente alle grandi società finanziarie di Wall Street, che investono ingenti somme di denaro avvalendosi dei migliori professionisti sul mercato. Ovviamente questo tipo di trading è molto difficile e costoso e non permette a chi non abbia grosse somme di denaro di avvalersi delle loro consulenze e professionalità. Oggi però, grazie al trading online con le opzioni binarie ed ai CFD, è possibile rivolgersi ad un broker certificato come Plus 500, 24 Option, Markets.com o IQ Option ed iniziare a fare trading online con un deposito iniziale minimo.

Alcuni broker inoltre permettono, una volta registrati ed effettuato il primo deposito da 50 a 250€, di accedere alla versione demo gratuita per sperimentare le piattaforme e fare esperienza senza rischiare i propri soldi. In questo modo è possibile iniziare a fare trading online in sicurezza passando ad usare i propri risparmi soltanto quando si è pronti, diminuendo il rischio di perdite ed aumentando le possibilità di guadagno. Per calcolare quanto sia necessario investire per iniziare a fare trading online io suggerisco intorno ai 500€ massimo, calcolando una strategia di lungo termine su almeno un anno di trading, potendo coprire eventuali perdite sul breve e medio periodo.

Commissioni delle banche per il trading online

Tra i costi del trading online la spesa maggior è rappresentata dalle commissioni, soprattutto quando ci si affida alle banche tradizionali che offrono anche servizi di trading per i propri correntisti. Per le banche tradizionali il business primario non è rappresentato dal trading online, motivo per il quale applicano costi di gestione mensili e commissioni piuttosto alte sugli effettuati. Per esempio Fineco applica una commissione dello 0,19% sull’MTA e sul MOT, da un minimo di 2,95€ ad un massimo di 19€, mentre CheBanca! dello 0,18% senza minimi né massimi.

Il vantaggio del trading online con le banche è la possibilità di investire in strumenti finanziari tradizionali come i titoli di Stato e le obbligazioni, creando un portafoglio diversificato. Ma se il vostro obiettivo è quello di fare trading online con le opzioni binarie ed i CFD, partendo da un investimento iniziale minimo, dovete affidarvi ai broker del trading online.

Commissioni dei broker per il trading online

I broker certificati come Plus 500, 24 Option o Markets.com lavorano diversamente dalle società d’investimento finanziarie e dalle banche, mettendo a disposizione dei trader strumenti come le opzioni binarie ed i CFD, ossia i contratti per differenza. In questo modo potete abbattere i costi di trading fino ad un minimo di 100€ per aprire un conto reale, eliminando le commissioni sugli effettuati e pagando soltanto un piccolissimo spread sulla differenza di prezzo tra gli acquisti e le vendite. Inoltre avrete a disposizione materiale formativo di qualità, e-book, corsi, seminari, video aule, segnali di trading ed assistenza personalizzata 24 ore su 24 per risolvere tutti i vostri problemi.

I vantaggi di fare trading online virtuale

Che cos’è e cosa significa fare trading online virtuale? Fare trading online virtuale significa usare piattaforme che permettono di simulare il trading vero e proprio senza correre il rischio di perdere i propri soldi. Questo è possibile perché si fa trading in un ambiente virtuale, in tutto e per tutto uguale a quello vero del trading online ma con soldi virtuali, quindi senza lo stress di perdere soldi propri. Si tratta di un ottimo modo per imparare a fare trading online, conoscere gli strumenti del mestiere come i grafici a barre o a candela e le tabelle, mettere a punto strategie e quant’altro.

Il trading online virtuale ha il grande vantaggio di permettere ai trader principianti di iniziare a fare esperienza con i mercati e gli strumenti di trading, imparando ad utilizzarli al meglio senza il rischio di perdere soldi duramente guadagnati. Si tratta di un’ottima opportunità impossibile soltanto pochi anni fa ma oggi, grazie ai migliori broker del trading online, i nuovi trader possono contare su strutture ed operatori dinamici, pronti ad aiutare tutti i loro clienti in un processo di crescita e formazione assistita. Inoltre anche i trader più esperti e navigati possono provare nuove piattaforme, software e servizi dei broker grazie al trading online virtuale, spesso usufruendo si servizi premium ed interfacce avanzate.

Simulazione trading online gratis

Alcuni broker che operano nel trading online mettono a disposizione dei propri clienti dei software per la simulazione gratuita del trading online, sia con le opzioni binarie che nel trading online Forex. L’unica cosa che è necessario fare è registrarsi presso uno dei migliori broker sul mercato, come Plus 500, IQ Option o 24 Option, inserendo tutti i campi obbligatori come nome, cognome, numero di telefono ed indirizzo email per la verifica del profilo. La simulazione di trading online permette di prendere confidenza con i grafici, le tabelle, gli andamenti e tutti gli strumenti di trading indispensabili per investire sui mercati.

Inoltre potrete mettere a punto strategie e verificare se le vostre intuizioni sono utilizzabili o dovete cambiare strategia, il tutto senza rischiare un solo euro reale. In più avrete a disposizione tutto il materiale informativo e didattico messo a disposizione dal vostro broker, i segnali di trading gratuiti dove previsti e l’assistenza professionale 24 ore su 24. Alcuni broker per questo servizio richiedono un deposito iniziale minimo non vincolante che significa che, se dopo il periodo di prova deciderete di non passare ad un conto di trading reale, potrete avere indietro i vostri soldi senza costi aggiuntivi né penali. Normalmente si tratta di depositi minimi da 50 a 200€, che potrete usare successivamente per iniziare a fare trading online con un conto reale.

Simulazione trading online senza deposito iniziale

Alcuni dei migliori broker del trading online mettono a disposizione dei trader, sia esperti che principianti, la possibilità di accedere al trading online virtuale senza dover effettuare un deposito iniziale. Si tratta di una grande possibilità offerta da questi broker, che richiedono soltanto la registrazione sul proprio portale di trading, avendo cura di inserire soltanto dati reali e confermabili tramite verifiche email o con il proprio numero di telefono. Tra i broker che offrono questo servizio ci sono Plus 500, Xtrade e FXTM, con i quali è possibile registrarsi ed accedere alla versione demo virtuale senza deposito iniziale. Fare esperienza con il trading online non è stato mai così facile come ora, una possibilità che bisogna prendere al volo senza lasciarsela sfuggire sotto al naso, imparando ad investire i propri risparmi in maniera autonoma e senza pagare commissioni bancarie.

I migliori libri per iniziare a fare trading online

Per imparare a fare trading online è necessario imparare a conoscere i mercati ed i fattori macroeconomici che li influenzano, oltre a sviluppare una certa dimestichezza con gli strumenti del mestiere, come grafici, tabelle ed indicatori. Per fare ciò è necessario studiare attraverso corsi, seminari, materiale disponibile online, ma soprattutto comprando i libri giusti sul trading online, scritti dagli esperti del settore.

Se sei alle prime armi e vuoi iniziare a fare trading online abbiamo selezionato una lista di ottimi libri sul trading online, dalle analisi dei mercati all’abc del trading online, che potrai trovare in libreria o su Amazon, alcuni anche in formato Kindle.

“Trading online for dummies” (Andrea Fiorini)

Questo ottimo libro scritto da Andrea Fiorini è una guida per principianti che si vogliono approcciare al mondo del trading online per la pima volta. Si tratta di un manuale che parte dalle basi e dai concetti più semplici, fino ad arrivare all’analisi dei sistemi hardware e software per fare trading online. Inoltre vi guiderà nella scelta del broker e delle piattaforme giuste per voi, un ottimo libro per iniziare a prendere confidenza con il mondo del trading online e crearsi le basi per iniziare ad investire nei mercati.

“Trading online for dummies” è disponibile su Amazon al prezzo di 19,47€ o in formato Kindle ad 11,99€.

“Il trading online reso semplice” (Stefano Calicchio)

Questa ottima guida scritta da Stefano Calicchio è in grado di guidarvi all’interno del mondo del trading online in maniera semplice e graduale, iniziando dalle basi fino ad arrivare agli argomenti più tecnici, dalle strategie operative alla scelta dei mercati, dalla scelta degli ordini a quella del broker e così via.

“Il trading online reso semplice” è disponibile in formato Kindle al prezzo di 2,99€.

“Guida completa al trading. Strategie operative e tecniche d’intervento nei mercati finanziari.” (Corey Rosembloom)

Questa guida completa e dettagliata sul trading online per principianti è stata scritta da Corey Rosembloom ed edita da Hoepli. Si tratta di una guida per iniziare a prendere confidenza con il mondo del trading, partendo dalle basi con concetti semplici corredati di esempi e grafici fino ad arrivare agli aspetti più tecnici, come le strategie operative, l’analisi e lo studio dei grafici.

Questo libro è disponibile cartaceo al prezzo di 48,37€ o in formato Kindle a 34,99€.

Trading online: Cos’è lo scalping 

Lo scalping è uno stile operativo attraverso il quale si cerca di approfittare delle piccole oscillazioni dei prezzi che si verificano nell’arco di una giornata. La velocità è un elemento fondamentale, quindi il trader deve essere abbastanza preparato e lucido da riuscire ad aprire un’operazione e chiuderla in brevissimo tempo. Insomma, non è una tecnica adatta a chi muove i suoi primi passi nel mondo del trading online, ma viene apprezzata moltissimo da tanti trader esperti che, agendo in questo modo, si trasformano in scalper.

I tratti distintivi dello scalper sono la dinamicità e la rapidità, che si traducono nella capacità di aprire e chiudere molto rapidamente anche diverse decine di operazioni nel corso della giornata. Lavorando sui piccoli movimenti di prezzi, i profitti derivanti da ogni operazione sono abbastanza contenuti, quindi chi fa scalping deve puntare anche sulla quantità per ottenere dei buoni profitti; per questa ragione lo scalper di solito è un trader molto attivo. Per mettere in atto questa metodologia di trade bisognerebbe avere a disposizione un buon capitale, ma grazie all’utilizzo della leva finanziaria molti riescono a fare scalping anche con una dotazione tutto sommato limitata.

Lo scalper può organizzare il suo lavoro aiutandosi con i grafici a cinque minuti, ma anche con quelli a tre minuti e a un minuto o anche con quelli tick by tick, che legano tra loro i singoli scambi. A differenza di altri trader, lo scalper non è molto interessato al trend di fondo, ma deve essere pronto ad agire velocemente, aprendo e chiudendo operazioni quasi senza lasciare traccia. In linea teorica si può fare scalping su ogni tipo di strumento finanziario, ma in realtà lo si fa sugli asset più liquidi, come possono essere le azioni large caps, qualche titolo di Stato e, soprattutto, le coppie di valute principali del Forex.

Rischi e strategie: come fare lo scalping

Lo scaping non è esente da rischi, in fondo si tratta sempre di trading; spesso il problema più grande per chi attua questa metodologia è quello di non riuscire a raggiungere un guadagno abbastanza alto per coprire i costi delle operazioni (commissioni varie e spread). Per molti la tecnica dello scalping non è altro che l’estremizzazione del concetto di intraday, rispetto al quale presenta il vantaggio di non essere influenzato quasi per nulla da fattori esterni e imprevedibili che potrebbero causare oscillazioni decisive che, per chi fa passare diversi minuti (o addirittura ore) tra l’apertura e la chiusura della posizione, danno origine a predite improvvise.

Lo scalping non fa per tutti: servono autocontrollo e buone capacità di money management e solo i trader che riescono a rimanere lucidi e con il sangue freddo possono mettere in pratica le strategie efficaci. Sono molto note le bande di Bollinger, strumenti che possono aiutare ad individuare il momento in cui il prezzo arriva ad un massimo relativo prima di procedere con il rimbalzo, che possono aumentare la loro efficacia se utilizzati insieme ad altri indicatori come la media mobile; un’altra strategia di scalping, forse la più diffusa, è quella del controtrend (si opera con supporti e resistenze puntando sul rimbalzo della quotazione).

Trading online: le bande di bollinger

Le Bande di Bollinger sono uno strumento di analisi tecnica sviluppato negli anni ’90 da John Bollinger, uno dei pionieri del trading; per rispondere alla domanda “cosa sono le Bande di Bollinger?” si potrebbe sinteticamente dire che stiamo parlando di un indicatore formato da una media mobile dei prezzi e da due bande, una inferiore e una superiore, che rappresentano le deviazioni standard della stessa media mobile del mercato. Nelle prossime righe cercheremo di spiegare meglio questo concetto.

Le Bollinger Bands fanno parte degli indicatori di volatilità del mercato, ma vengono utilizzate anche per individuare il range di oscillazione dei prezzi e le fasi di ipervenduto o ipercomprato. Se usate nella giusta maniera possono fornire segnali di ingresso molto attendibili e consentono di mettere in pratica una strategia di successo. Le Bande di Bollinger sono composte da:

  • una media mobile a N giorni del prezzo dell’asset in oggetto (graficamente raffigurata da una linea centrale; di solito N è pari a 20);
  • una banda superiore ottenuta aggiungendo due volte la deviazione standard ad una media mobile;
  • una banda inferiore ottenuta sottraendo due volte la deviazione standard da una media mobile.

Per costruire le Bande è sufficiente conoscere lo storico dei prezzi; se sul grafico si sovrappone alle tre linee appena descritte la curva dei prezzi, è possibile ottenere una raffigurazione dell’andamento dei prezzi nel tempo e dell’area in cui questi sono contenuti.

Più il mercato è volatile è più le Bande di Bollinger si espandono; viceversa, ad una riduzione della volatilità corrisponde una contrazione delle Bande. Il rimbalzo di Bollinger è la tendenza del prezzo a tornare verso la linea centrale. Gli operatori hanno così l’opportunità di monitorare la volatilità di breve periodo e di ottenere informazioni sull’andamento dei prezzi a lungo termine. Se il prezzo si muove costantemente al di sopra della Banda superiore ci si trova in territorio di ipercomprato; ovviamente se il prezzo si trova costantemente al di sotto della Banda inferiore siamo in territorio di ipervenduto.

Le Bollinger Bands vengono considerate molto utili da tantissimi trader, ma sono molti anche quelli che affermano che non sono infallibili e che per sfruttarle al meglio è necessaria avere una profonda conoscenza dell’analisi fondamentale e tecnica. L’uso di questo indicatore varia in base al tipo di trader: di solito si compra quando il prezzo tocca la Banda inferiore e si vende quando tocca quello superiore, ma alcuni comprano quando il prezzo va oltre la Banda superiore (o vendono quando va sotto quella inferiore). Chi si trova alle prime armi può prendere confidenza con l’indicatore usando il conto demo.

I migliori libri per fare trading Forex

“Il Forex trading reso semplice” (Stefano Calicchio)

Tra i tanti libri scritti sul trading online Forex questo di Stefano Calicchio è un ottimo inizio per cominciare a prendere confidenza con questo settore. Il libro si propone come una guida al mondo del trading Forex, dalle basi ai cross di valute, dall’analisi tecnica a quella fondamentale, oltre ai grafici ed alle strategie migliori.

Disponibile su Amazon esclusivamente in formato Kindle al prezzo di 2,99€.

“Forex trading vincente : 10 minuti al giorno per guadagnare nel Forex.” (Giorgio Strani)

Giorgio Strani ci porta in un viaggio alla scoperta del trading Forex grazie alla tanta esperienza accumulata nel settore. Con questo libro più che dare le informazioni di base fornisce una strategia semplice ma efficace per fare trading Forex, adatta sia a principianti che esperti del settore.

“Forex trading vincente” è acquistabile su Amazon al prezzo di 2,99€ in formato Kindle.

“Day trading Forex” (Joe Ross)

Se state cercando un manuale che tratti il trading Forex in tutte le sue parti, allora “Day trading Forex” di Joe Ross è quello che fa per voi. Si tratta di una guida completa in formato enciclopedico, scritta da uno dei più grandi trader del mondo, in grado di guidarti passo passo alla scoperta del trading online Forex, svicerando tutte le sue parti.

Questo libro è disponibile in formato Kindle su Amazon al prezzo di 159,99€.

I migliori libri specifici sul trading online

“Guida all’analisi tecnica” (Maurizio Mazziero)

Se stai cercando un libro più specifico sul trading online, questa guida di Maurizio Mazziero sull’analisi tecnica è quello che fa per te. Si tratta di una guida completa sull’analisi tecnica, importantissima e fondamentale per elaborare strategie di trading vincenti. Questo libro parte dai concetti di base dell’analisi tecnica fino ad arrivare agli aspetti più tecnici, come grafici a candela, bar chart e point&figure.

“Guida all’analisi tecnica” è disponibile su Amazon in formato cartaceo al prezzo di 21,17€ o Kindle a 11,99€.

“Il Bollinger trading reso semplice” ( Stefano Calicchio)

Questo libro di Stefano Calicchio spiega in modo facile ed esauriente come usare le famose bande di Bollinger, tanto utili ai trader per studiare i mercati e le oscillazioni di prezzo. Si tratta di un libro facile da leggere ed abbastanza godibile, in grado di farvi conoscere ed imparare ad usare questo importantissimo strumento di analisi tecnica.

Questo libro è disponibile su Amazon in formato Kindle al prezzo di 2,99€.

Come fare trading online