Fare trading sulle azioni francesi: ecco quali sono le migliori

La realtà francese è una delle più importanti sul piano economico europeo e internazionale per quanto riguarda i movimenti borsistici e azionari.

Di fatto, la Francia è la sesta economia mondiale e la seconda d’Europa (dopo la Brexit) e il paese è sede di alcune tra le più grandi società del mondo. Questa la rende particolarmente appetibile per gli investitori di tutto il mondo, oltre che a una consistente fetta del movimento relativo ai trader retail.

Questa componente essenziale si rifà a sua volta a un broker online regolamentato che permetterà ai suoi clienti di accedere a diversi mercati finanziari (quello francese compreso se previsto) grazie a una serie di permessi e licenze concesse da un ente regolatore.

Ad esempio, molti broker si rifanno alla licenza concessa dalla CySEC in modo da dare carta bianca ai propri trader di stanza in Europa, in quanto questo ente cipriota fa parte del consorzio europeo  Allo stesso modo, in Italia abbiamo l’autorizzazione della CONSOB a garantire l’integrità di un broker e la sua affidabilità. Nel momento in cui invece decidiamo di rivolgerci a un broker non-regolamentato, andremo incontro probabilmente a truffe o, peggio ancora, grossi problemi con la legge.

La Borsa di Parigi

La principale e più antica piazza borsistica francese è la Borsa di Parigi, una delle più prestigiose borse valori dell’Europa continentale nonché del mondo.

Con una storia che si può far risalire a secoli addietro, al XVI secolo, questa borsa è stata investita da un processo di rinnovamento che ha coinvolto la maggior parte delle piazze internazionali sin dagli anni ’80, quando comincia la sua privatizzazione. Ad oggi, essa è stata assorbita da Euronext, il principale mercato finanziario e borsa valori pan-europeo presente nell’Eurozona, col nome Euronext Paris.

Le migliori azioni francesi vengono inserite nel famoso CAC 40, l’indice principale della borsa francese, nonché uno degli indici più prestigiosi e vecchi del continente europeo. I titoli azionari citati in questo articolo sono tutti presenti in questo index.

BNP Paribas

La BNP Paribas è uno dei maggiori istituti finanziari del mondo e viene inserita nelle 6 banche più solide al mondo secondo il rating di Standard & Poor’s, rendendola un’eccellenza non solo europea ma internazionale.

Il gruppo attuale nasce dalla fusione avvenuta nel 2000 tra due delle principali banche del paese, la Banque Nationale de Paris (BNP) e la Banque de Paris et des Pays-Bas (Paribas).

Il colosso bancario detiene una forte presenza su scala globale facendo segnalare la sua presenza in ben 75 paesi ed è quotata non solo alla borsa parigina, ma nella maggior parti delle piazze internazionali, tra cui quella di Londra, New York e Francoforte.

Tra le principali società sussidiarie controllare dal gruppo BNP Paribas ricordiamo:

  • BNL;
  • Cetelem;
  • Benque de Bretagne;
  • BancWest

Ricordiamo infine che dall’aprile del 2009, lo stato francese diventa il maggior azionista del gruppo, entrando in possesso del 17% del capitale azionario.

Crédit Agricole

Il Gruppo Crédit Agricole è un istituto bancario cooperativo francese costituito da una rete di Casse locali e regionali coordinate dalle strategie imposte da Crédit Agricole SA.

Fondata nel 1884, la sua storia risale alle leggi di fine XIX secolo che concedevano la libera associazione professionale, quando lo stato francese diede tra le altre cose anche l’autorizzazione alla formazione di unioni di contadini e alla creazioni di casse mutue locali.

Ad oggi, i principali prodotti finanziari di CA sono costituti da:

  • Banca retail;
  • Credito immobiliare e al consumo;
  • Risparmio;
  • Assicurazioni;
  • Asset management;
  • Real estate;
  • Leasing;
  • Factoring;
  • Corporate e investment banking,
  • Servizi finanziari e istituzionali;
  • Wealth management.

Con un fatturato che ha raggiunto i 33,8 miliardi e un utile netto di ben 7,2 miliardi di euro, il gruppo conta 52 milioni di clienti in tutto il mondo ed  presente in ben 49 paesi, compresa l’Italia.

Nel Bel Paese il gruppo CA ha implementato una politica di acquisizione di vari brand ed ex-casse di risparmio agricole, arrivando a prendere il controllo di banche come Cariparma, FriulAdria e della Cassa di Risparmio della Spezia.

Renault

La Renault è una casa automobilistica francese tra le più importanti al mondo e vede le sue origini negli ultimi anni del XIX secolo.

Fondata nel 1899 dai fratelli Renault per promuovere le invenzione dell’inventore Louis Renault, a cui si deve l’invenzione della prima vetturetta del gruppo denominata Renault Type A. Oggi il gruppo è divenuto uno delle più grande case automobilistiche non solo francesi, ma mondiali, rientrando nella lista delle prime dieci industrie automotive per volumi di produzione.

Il gruppo è inoltre in possesso di diversi marchi registrati, tra cui ricordiamo:

  • Renault SAS;
  • Dacia;
  • Alpine;
  • Renault Samsung Motors;

Michelin

La Manufacture Française des Pneumatiques Michelin, conosciuta ai più semplicemente ai più come Michelin, è una multinazionale francese famosa su scala globale per la produzione e vendita di pneumatici in prima istanza, oltre poi per la sua pubblicazione annuale di guide dedite al turismo e alla gastronomia

Fondata nel 1889 dai fratelli Édouard e André Michelin, le attività dell’azienda di famiglia può essere fatta risalire persino più indietro, agli anni ’30 dello stesso secolo, quando i Michelin cominciarono a maneggiare la gomma vulcanizzata prima ancora di concentrarsi sui pneumatici per biciclette prima, e quelli per automobili dopo. Da allora, il gruppo ricopre una posizione di primo rilievo nell’industria dei pneumatici, facendo registrare numeri da record come:

  • 70 stabilimenti in giro per il mondo;
  • 180 milioni di pneumatici ogni anno;
  • 170 i paesi in cui vengono venduti i pneumatici Michelin;
  • 20% è la quota di penetrazione nel mercato del settore.

L’altro principale motivo per cui invece il gruppo è famoso in tutto il mondo è la famosa Guida Michelin, il libretto rosso che ancora oggi è sinonimo di qualità e prestigio. Questo libro fu concepito originariamente da Michelin per promuovere e incrementare i viaggi nel paese, creando un agile volumetto utile a ogni viaggiatore.

In questa guida era infatti possibile trovare tutte le informazioni utili a un viaggiatore, ed era composto di mappe, procedure utili a cambiare una ruota (Michelin, ovviamente), dove erano presenti le stazioni di servizio e tutta una lista di indirizzi in cui mangiare e poter dormire la notte. Da quest’ultimo punto si è poi evoluta la classifica stellata utile per valutare i migliori alberghi e ristoranti di un paese.

Fare trading sulle azioni francesi: ecco quali sono le migliori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.